E se poi prende il vizio? Pregiudizi culturali e bisogni irrinunciabili dei nostri bambini

Image

E se poi prende il vizio? Pregiudizi culturali e bisogni irrinunciabili dei nostri bambini

“È una donna che aveva al petto un bambino disse: Parlaci dei figli. I vostri figli non sono i vostri figli. Sono i figli e le figlie della brama che la vita ha di sé. Essi non provengono da voi, ma per tramite vostro, e benché stiano con voi non vi appartengono. Potete dar loro il vostro amore ma non i vostri pensieri, perché essi hanno i propri pensieri…..voi siete gli archi dai quali i vostri figli sono lanciati come frecce viventi. L’arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito, e con la sua forza vi tende affinché le sue frecce vadano rapide e lontane; fatevi tendere con gioia dalla mano dell’arciere, perché se egli ama la freccia che vola, ama ugualmente l’arco che sta saldo” kahili Gibran, Il Profeta

Un libro contro i pregiudizi che la società ci impone, un libro che stimola la curiosità e la voglia di mettersi in gioco.
I bambini portati, i bambini che chiedono il contatto continuo. Un libro che ricorda la natura umana tante volte dimenticata.
Io porto il mio bimbo, perché dovrei smettere una volta messo alla luce?

Leggetelo:-*

Advertisements

Per una nascita senza Violenza- il parto dal punto di vista del bambino

Image

Per una nascita senza Violenza- il parto dal punto di vista del bambino

‘Noi ci conosciamo male, al punto che ignoriamo l’importanza della nostra schiena. Essa è dietro. Eppure è lei che ci comanda.La forza e’ nelle reni, la paura tra le scapole. Per capire l’orrore della scossa che infliggiamo al bambino quando lo teniamo lì, appeso a testa in giù, occorre capire cosa vive la sua schiena. Bisogna tornare nel ventre materno.’
Un libro commovente, si legge tutto di un fiato. L’autore e’ un ginecologo francese nato nel 1918. Considerato il precursore del parto dolce noto anche come ‘metodo Leboyer’.
Un libro come una livella, noi torniamo neonati tutti uguali e per niente pronti ad affrontare la libertà.
Ve lo consiglio :-*