E se poi prende il vizio? Pregiudizi culturali e bisogni irrinunciabili dei nostri bambini

Image

E se poi prende il vizio? Pregiudizi culturali e bisogni irrinunciabili dei nostri bambini

“È una donna che aveva al petto un bambino disse: Parlaci dei figli. I vostri figli non sono i vostri figli. Sono i figli e le figlie della brama che la vita ha di sé. Essi non provengono da voi, ma per tramite vostro, e benché stiano con voi non vi appartengono. Potete dar loro il vostro amore ma non i vostri pensieri, perché essi hanno i propri pensieri…..voi siete gli archi dai quali i vostri figli sono lanciati come frecce viventi. L’arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito, e con la sua forza vi tende affinché le sue frecce vadano rapide e lontane; fatevi tendere con gioia dalla mano dell’arciere, perché se egli ama la freccia che vola, ama ugualmente l’arco che sta saldo” kahili Gibran, Il Profeta

Un libro contro i pregiudizi che la società ci impone, un libro che stimola la curiosità e la voglia di mettersi in gioco.
I bambini portati, i bambini che chiedono il contatto continuo. Un libro che ricorda la natura umana tante volte dimenticata.
Io porto il mio bimbo, perché dovrei smettere una volta messo alla luce?

Leggetelo:-*

Advertisements

Pasta e formaggino

Image

Pasta e formaggino

Non preoccupatevi non voglio certo darvi la ricetta di pasta e formaggino, ma voglio dedicare questo post a quello che evoca pasta e formaggino. Voglio dedicare questo post alla mia amica di un tempo, Alessandra, voglio dedicare questo post a mamma che ci cucinava pasta e formaggino.
Alessandra abitava al piano di sotto e noi giocavamo sempre assieme, con le barbie. Mi ricordo perfettamente l’odore che c’era nella sua stanza, odore di pulito, di biancheria appena lavata. Spesso parlavamo dal balcone, poi andavamo in bicicletta e ci piaceva Eros Ramazzotti. Mia madre cucinava per noi pasta e formaggino ed, ancora oggi e’ la minestrina facile e veloce che mi piace di più. Anche stasera l’ho preparata, anche a Thomas piace.
I formaggini sono i Mio, ma credo che mamma usasse i Susanna all’epoca. Almeno due che si sciolgono con un po’ dell’acqua che bolle della pasta.
Stasera ho usato gli spaghetti spezzati, ma con Ale erano coccinelle, farfalline, risoni.
Alessandra vive a Livorno ed ha due figli bellissimi.
Mia mamma vive a Napoli.
Vorrei che un giorno Thomas trovi il suo amichetto del cuore ed io gli cucinerò pasta e formaggino.
Per tutti quelli che hanno avuto l’amichetto/a del cuore, dov’è ora ?
Per tutti quelli che hanno la mamma lontana…